La Sardegna imbiancata

La Sardegna imbiancata


La Sardegna continua a stupire, chi è abituato ad associare l’Isola con il mare cristallino, in questi giorni può passeggiare tra boschi e colline innevate, dimenticandosi facilmente di trovarsi in mezzo al mar Mediterraneo. Io sinceramente non sono un grande esperto di sport invernali, ma per far contenti i miei figli, ci siamo armati di scarponi e pantaloni da sci e siamo andati a Badde Salighes, un bosco tra Macomer e Bolotona, nella provincia di Sassari. Il paesaggio si è rivelato molto interessante e non ho potuto trattenermi dallo scattare qualche foto con la X-pro 2 e il 7 artisan 35mm 1.2 Il fuoco manuale e i bambini in movimento hanno rappresentato una grande sfida. Alla fine ci siamo tutti divertiti, i bambini a lanciarsi sulla neve, io a scattare fotografie.


7 artisan 35mm 1.2 per Fujifilm

7 artisan 35mm 1.2 per Fujifilm


Stamattina faceva piuttosto freddo per gli standard del Cagliaritano, almeno rispetto a quello a cui siamo abituati qui. Alle 8 del mattino a San Sperate, paese Museo a 10 minuti da Cagliari, il termometro segnava -2°c.

Sono uscito per andare, come ogni tre mesi da diciotto anni, a donare il sangue all’AVIS, dato però che ieri notte ho ricevuto un nuovo giocattolino, ne ho approfittato per fare qualche scatto a San Sperate.
Ho potuto infatti provare il 7Artisans 35mm f1.2, lente completamente manuale e piuttosto complicata per chi come me, occhialuto e fotografo digitale ( ho iniziato seriamente circa 15 anni fa), è abituato alla messa a fuoco AF e non MF, per chi ancora non lo sapesse io da quasi un anno sono passato da Full Frame ( avevo due 5d mark IV ) ad aps-c ( ora ho due Fujifilm x-pro 2) e il 35mm in questione equivale a un 53mm in formato Fullframe 24x36mm. [potrebbe interessarti “falling il love with Fuji” ]

Quando ho aperto la scatola, il 35mm 7artisan mi è apparso subito molto solido e ben costruito, merito della sua struttura in metallo ma ancor di più delle sue 6 lenti in 5 gruppi.

 

Le dimensioni sono davvero piccole, è praticamente un pancake 45 x 32 mm di soli 150 g ma a tenerlo in mano da un gran senso di robustezza, il fuoco come già detto e ribadito è esclusivamente manuale e mettere a fuoco a f1.2 non è semplicissimo, almeno per una schiappa di MF come posso esserlo io.

 

La ghiera dei diaframmi e della messa a fuoco sono fluide al punto giusto, non si rischia infatti che si girino accidentalmente e danno la sensazione di avere un buon controllo, anche se è vero che per le dimensioni molto ridotte, ma soprattutto per la poca esperienza di utilizzo, ho toccato un paio di volte la ghiera dei diaframmi.

 

 

Il focus peaking aiuta parecchio e nelle prove che ho fatto ho scattato sempre a f 1.2.

Le aspettative non erano altissime e la nitidezza a TA è buona ma è un opinione personale, bisogna consideratre sempre l’uso e il fine di questa lente. La foto ha una bella tridimensionalità e il bokeh è piacevole (9 lame rotonde ), il punto di messa a fuoco a F 1.2 non sarà mai crispy, dettagliato e incisivo come può essere un xf 56 a f 1.6 o un xf 90f2. Stiamo parlando di una lente che costa poco più di 100€ ( puoi comprarlo qui ), che vale tutti i soldi che costa, che non darà più di quello che vale. io mi sto diventendo molto ad usarlo, è quello che cerco ormai dalla fotografia, divertirmi e scoprire e questo può avvenire anche attraverso strumenti nuovi e inusuali. Non credo la userò mai per un lavoro professionale (ma non ne sono poi tanto certo), sicuramente è ottima e molto divertente per progetti personali e creativi o per fotogiornalismo che richiede ottiche luminose e silenziose e che ammette anche errori di AF.

Vittime dei miei test, come spesso accade, il mio cane Nucky, qualche compaesano molto disponibile come Silvana e Bruno, solari e simpaticissimi titolari di un Minimarket, che si sono scherzosamente prestati a posare con delle banane come Mr&Mrs Smith, oppure parte dello staff dell’AVIS di via Talete a Cagliari o il mitico Venanzio Pilloni, 91 anni compiuti lo scorso ottobre, in posa nel suo distributore Agip dopo aver fatto il pieno ad una Fiat Punto.

Comune di San Sperate Avis Provinciale Cagliari Avis Comunale CagliariFujifilm Italia


Hirohiko Araki e Sardegna

Hirohiko Araki e Sardegna


Y & R sono una fantastica coppia giapponese che ha scelto di sposarsi in Sardegna lo scorso ottobre, sono felice che abbiano scelto me come loro fotografo, ho potuto conoscere le loro dolcissime famiglie e scambiare due chiacchiere interessanti. Ho saputo infatti che gli sposi erano in Sardegna per la prima volta in vita loro e mi hanno confidato di aver scelto l’isola dopo averne letto sul manga di Hirohiko Araki dal titolo “Le bizzarre avventure di JoJo.

Li ho raggiunti nell’hotel 4 stelle Pullman TIMI AMA a Villasimius dove abbiamo scattato alcune fotografie e abbiamo poi raggiunto la località Costa Rei dove hanno celebrato una cerimonia in spiaggia. Durante servizi come questo, capita sempre di conoscere gli sposi pochi istanti prima di iniziare a fotografarli. Si tratta di secondi fatti di alchimia, sguardi e sorrisi, si irrompe in punta di piedi nel giorno più importante delle persone. Come fotografo professionista ho scelto di restare coerente con il mio modo di vivere, schietto e diretto, con rispetto ma determinato. Le mie foto sono il frutto di un giusto equilibrio tra reportage, posato e foto creative, nel pieno rispetto della coppia e della loro sensibilità

Grazie all’agenzia Wedding Sardinia

fotografie scattate con Fujifilm x pro2


Una Mattina a San Sperate

Metti una mattina a San Sperate


Stamattina ho deciso di portare con me la macchina fotografica, durante le mie commissioni a San Sperate, paese museo in cui risiedo dal 2007.
Erano anni che non scattavo per il gusto di farlo, senza uno scopo preciso, solo per me e non dietro commissione.
Ho incontrato tante persone che mi hanno concesso di farsi fotografare. Che gioia vedere lo stupore nei loro occhi quando hanno avuto la loro stampa, siamo abituati ad essere bombardati da immagini, ne vediamo e ne scattiamo decine ogni giorno ma la fotografia è stampata,la puoi toccare, è intima, la puoi appendere, mettere in un diario o sul frigo, la puoi custodire per anni.

Buona giornata

fotografie con x-pro 2 + 27mm 2.8 pancake


Dall'Irlanda con Amore

Dall'Irlanda con Amore


Ho incontrato James & Lorraine direttamente nella casa che hanno affittato a Villasimius, vicino al mare. Mentre Bianca (MUA & Hair) stava ultimando il trucco della sposa, ho trascorso del tempo con James e la loro bellissima figlia di un anno, una bambola dolcissima. Insieme alla coppia c’era anche la sorella di Lorraine, arrivati tutti dall’Irlanda pochi giorni prima del matrimonio.

Il sole era alto e dopo tanta pioggia, che ha caratterizzato l’estate sarda 2018, finalmente avevamo una serata calda e serena. Abbiamo deciso di fare le foto di coppia prima della cerimonia, a Villasimius e poi a Costa Rei, dopo la cerimonia.

L’organizzazione dell’evento e della cerimonia è stato gestito da Frina Eventi


Angelo Pilloni, muralista narratore

Angelo Pilloni, muralista narratore


Sono stato incaricato dalla rivista Orticedrus, bimestrale del paese museo San Sperate, di fotografare uno dei più grandi muralisti della Sardegna : Angelo Pilloni.

Come sempre faccio, quando incontro qualcuno da fotografare, cerco di entrare a casa sua in punta di piedi, e così ho fatto anche con Angelo Pilloni.

Per i primi 10 minuti avevo la macchia fotografica spenta e in borsa, abbiamo chiacchierato in giardino e Angelo mi ha raccontato diversi aneddoti della sua spettacolare e rocambolesca vita. Solo dopo un ora e dopo aver insistito più volte, senza mai indispettire il grande artista, l’ho convinto a farmi visitare il suo studio, la stanza in cui crea i suoi capolavori. Quando sono entrato sono stato letteralmente investito da una potentissima energia e mi sono commosso.

Angelo racconta da una vita, attraverso i suoi murales, la storia del luogo in cui dipinge. I suoi murales parlano di storie passate e hanno il compito di tenere viva la memoria delle tradizioni o delle attività ormai in disuso.

Ringrazio infinitamente Angelo per il tempo che mi ha voluto dedicare e per la lunga chiacchierata. Di seguito alcuni scatti del servizio.

Se vuoi visitare la pagina fb di Angelo Pilloni, clicca qui


Sant'Antioco inesplorata

Sant'Antioco inesplorata

Il prematrimoniale di Cristina e Marco tra collina e mare


Marco e Cristina sono una coppia del sud Sardegna, mi hanno incaricato di fotografare il loro matrimonio il prossimo giugno.

Abbiamo trascorso qualche ora a Sant’Antioco, una piccola isola poco distante da Cagliari, collegata con la Sardegna da un ponte. Dopo un caffè nella via centrale della città, Marco mi ha portato a visitare degli angoli davvero suggestivi e poco conosciuti di questa stupenda isola nell’isola.

Se state cercando foto come queste, contattatemi liberamente per un preventivo gratuito, sarò felice di trovare insieme a voi la soluzione migliore per il vostro servizio fotografico